Lug 8, 2009 - Senza categoria    No Comments

A.C. TORINO

Nei giorni scorsi ho acquisito un fascicoletto di sole sedici pagine che costituisce una delle prime pubblicazioni sulla storia del Torino [editoria – 75]. E’ stato pubblicato intorno al 1941 dalla Casa Editrice Juventus di Milano, e si intitola “A.C. Torino, Storia della Squadra dalle origini ai giorni nostri”.

Si tratta di un lavoro prezioso per il collezionista, in quanto ricostruisce i primi passi del Toro sia dal punto di vista del gioco vero e proprio, sia sotto l’aspetto propriamente societario. Inoltre quasi tutte le pagine sono corredate da molte e rare foto d’epoca.

Fatto singolare, a riprova della diretta discendenza del Toro dalle società più antiche d’Italia, è che l’autore indica come anno di nascita della compagine granata non il 1906, ma addirittura il 1894, data di fondazione dell’F.C. Torinese, identificando in pratica le due società nello stesso soggetto. Dalla lettura anzi emerge come la questione sull’identità della squadra più antica d’Italia, oramai priva di interesse per la maggior parte dei tifosi, fosse all’epoca piuttosto sentita.

“…Perché questo preambolo?

Per portarvi dritto dritto al discorso sullo sport del calcio e farvi presente quello che è un << chiodo fisso >> dei tifosi torinesi ed in particolar modo di quelli granata. E’ noto che in Italia si usa ufficialmente riconoscere col titolo di più antica società calcistica italiana, quella del << Genova >>…

I torinesi, sostengono che tale titolo spetta al loro << Torino >> che, almeno nelle origini, dovrebbe essere nato lo stesso giorno in cui per la prima volta si diede in Italia un calcio alla sfera di cuoio…

Fu giusto nel marzo del 1887 che il torinese Edoardo Bosio, reduce da Londra dove si era recato nella sua qualità di rappresentante d’una ditta inglese in Italia, portò seco un pallone di calcio. E attorno ad esso radunò gli impiegati dei suoi uffici spiegando loro, per quello che se ne ricordava, i punti essenziali del regolamento di gioco.

Su un campo qualsiasi, con scarpe da passeggio e calzoni normali, avendo solo cura di togliersi giacca e cappello, quel primo gruppo di pionieri tirò in tal modo i primi calci. Ed il << Torino >>, come già vi abbiano accennato, assicura di essere nato proprio con essi…

Giusto due anni dopo, pertanto, il calcio aveva già compiuto tanto cammino che, sempre in Torino, si fondava una seconda squadra detta << dei nobili >> in quanto aveva tra i suoi soci S.A.R. il Duca degli Abruzzi pronto nel dare il suo appoggio ad ogni virile iniziativa), il marchese Ferrero di Ventimiglia, Nasi, ed altri notevoli personaggi….

Nel 1890, infine, i due gruppi torinesi si fondevano dando vita ad un’unica società che aveva per nome << Internazionale F.C. >>; nel 1894, sorgeva un’altra << Società torinese >> anch’essa dedicata al calcio, e presieduta dal Duca degli Abruzzi, che a quanto sembra null’altro era che una filiazione dell’<< Internazionale >>.

Da altre fusioni, che non staremo a seguire nel loro svolgimento, nacque poi l’attuale << Torino >> la cui data di nascita è appunto ufficialmente riconosciuta al 1894.

– 1894! E sta bene…- dicono i << granata >> – Ma siccome ci si vuol riconoscere solo dal 1894 perché in tale anno era nata la << Società torinese >>, e dato che questa società venne riconosciuta come filiale della stessa << Internazionale >>, sorta a sua volta dalla fusione tra la << Società dei nobili >> e quella di Edoardo Bosio, ecco che proprio dai primissimi calci di Edoardo Bosio ha avuto origine il nostro sodalizio. La cui anzianità risale quindi al 1887, con ben sette anni di anticipo sulla squadra genovese…”.

A.C. TORINOultima modifica: 2009-07-08T09:10:00+00:00da libellus1
Reposta per primo quest’articolo

Lascia un commento