Gen 26, 2009 - Senza categoria    No Comments

L’ANNO DELLA PAURA (campionato 1981-82: una stagione difficile)

Per meglio comprendere come gli affanni attuali costituissero, ancora nel Toro di pochi anni fa, situazioni assolutamente anomale, riporto dalla “Storia del Torino” [editoria – 26] un articolo del giornalista Pier Carlo Alfonsetti dedicato al campionato 1981-82. La storia del Toro a fascicoli è stata pubblicata nel 1985, quindi circa vent’anni or sono, un lasso di tempo non lunghissimo. Teniamo presente che sino a quell’epoca il Toro era retrocesso solo una volta. In ogni caso l’occasione è propizia per ricordare una stagione tutto sommato non avara di soddisfazioni, soprattutto per il modo in cui maturò una salvezza più che dignitosa.

 

“Definirlo l’anno della paura è forse esagerato, ma è indubbio che il 1981-82 ha rappresentato nell’ultimo decennio di vita del Torino, la stagione più critica e difficile.

Con una struttura societaria sempre più incerta, come dimostrano le dimissioni rassegnate alla fine del campionato da Orfeo Pianelli…il Torino opta per la soluzione economicamente meno gravosa, affidando a Giacomini una squadra caratterizzata dalla presenza di molti ragazzi.

C’erano, è vero, < vecchi > del calibro di Zaccarelli, Salvadori, Pulici, Danova, nonché l’esperto Van de Korput, ai quali venne affiancato per l’occasione Dossena, ma è chiaro che tanti giovani, magari validi ma non eccezionali, non potevano far dormire sonni tranquilli al nuovo allenatore…

Ferri e Mariani, il primo ventunenne e il secondo addirittura diciannovenne, facevano parte della pattuglia di ragazzi chiamati a salvare l’onore del Torino…

<< A dire il vero – racconta Ferri – soltanto verso il termine dell’annata mi resi conto dei rischi che stavamo correndo. Ero appena arrivato dalla serie C meridionale, ero spaesato, senza punti di riferimento esatti: compresi in ritardo il pericolo che il Torino stava correndo. Alla fine, comunque, fu una grande soddisfazione per tutti e per noi giovani in modo particolare >>…

<< Come riuscimmo a evitare la B ? >> si chiede Mariani, fornendo subito dopo la risposta: << Probabilmente cercando di imitare lo spirito con cui l’allenatore lavorava. Dopo aver trovato il coraggio per lanciarsi in quell’avventura, Giacomini non trascurò mai un particolare che potesse fruttare benefici di classifica. Credeva ciecamente nel lavoro e noi lo seguivamo: i risultati alla fine ci ripagarono. >>…

La bella avventura del Torino edizione-Giacomini finì proprio per desiderio del tecnico che, stanco di tante incertezze e non sentendosi garantito nelle prospettive future, dopo aver tergiversato a lungo se ne andrò. E i giovani che aveva allevato con tanto amore, in un certo senso si sentirono traditi. Come spiega Mariani, concludendo il suo intervento: << Fino all’ultimo momento eravamo tutti convinti che sarebbe rimasto, invece decise di passare al Napoli. Fu una grossa sorpresa per tutti, ci restammo male. Conoscendo i punti deboli della squadra e con quell’esperienza alle spalle, se si fosse fermato avrebbe potuto formare un buon collettivo. >>.”

Pier Carlo Alfonsetti

L’ANNO DELLA PAURA (campionato 1981-82: una stagione difficile)ultima modifica: 2009-01-26T09:54:00+01:00da libellus1
Reposta per primo quest’articolo

Lascia un commento