Giu 30, 2009 - Senza categoria    No Comments

IL GIUOCO DEL CALCIO

Recentemente ho reperito un bel volumetto scritto da Mario Zappa, pubblicato nel 1941 da “La Gazzetta dello sport”, ed intitolato “Il giuoco del calcio insegnato ai giovani” [editoria – 74]. Nelle prima pagine illustra la storia di questo sport in Italia ed all’estero sin dalle origini, e poi si sofferma sull’allenamento, sulla tecnica individuale, sulla tattica e – in breve – sui regolamenti della Federazione.

Sono poco più di cento pagine da leggere in una sola serata. Le illustrazioni sono poche, ma in una foto (purtroppo molto piccola) è raffigurata un’azione di gioco di un Milan-Torino dell’epoca.

E’ invece interessante per noi la ricostruzione delle origini del calcio in Italia fatta dall’autore, perché riguarda il Toro molto da vicino:

“Naturalmente anche da noi sono inglesi qui residenti per ragioni di lavoro o di negozio, oppure italiani o stranieri che già avevano praticato il calcio a contatto con le scuole inglesi, i creatori del nuovo verbo…

C’è gran discussione fra Torino e Genova per stabilire quale delle due abbia visto per prima rimbalzare un pallone di cuoio trattato a calci e quale delle due abbia per prima ospitato una squadra di calcio…

In verità è sicuro che già nel 1887 a Torino Edoardo Bosio aveva sottomano una squadra di calcio formata da impiegati (inglesi) della locale filiale di una casa inglese ed è di poco tempo dopo la creazione di una seconda squadra torinese, detta dei nobili, che aveva fra i soci S. A. R. il Duca degli Abruzzi, Nasi, il marchese Ferrero e altri personaggi di calibro. Le due squadre gareggiano fra di loro e spesso fanno capatine a Genova per misurarsi coi marinai delle navi inglesi di transito in quel porto. Nel 1890 i due gruppi torinesi si fondono col nome di Internazionale F.C. Nel 1894 sorge un’altra << Società torinese >> sotto la presidenza del Duca degli Abruzzi. E così di fusione in fusione si sarebbe arrivati all’attuale << Torino >> che si considera il discendente diretto di quei primi nuclei e pertanto la più antica società calcistica d’Italia.

Ma i genovesi contestano che i documenti successori siano in perfetta regola e ostentano persino nella denominazione sociale il loro atto di nascita: << Genova 1893 >>, arrivato per direttissima, senza soluzioni di continuità e senza fusioni deformatici, fino ai giorni nostri. Veramente alla sua costituzione si chiamava << Genoa Cricket and Athletic Club >> ed era di marca prettamente inglese. Solo più tardi ammise nel suo seno soci giocatori di nazionalità italiana, in numero non maggiore di cinquanta”.

IL GIUOCO DEL CALCIOultima modifica: 2009-06-30T11:49:51+02:00da libellus1
Reposta per primo quest’articolo

Lascia un commento