Set 23, 2009 - Senza categoria    No Comments

“BEPI” MORO

“I campioni del giorno” era una pubblicazione edita negli anni ’50, dedicata ai grandi personaggi dello sport. Tra i fascicoli più interessanti ricordiamo quelli di Coppi, Piola, Boniperti e – anche per quanto concerne il Toro – Carapellese (già commentato in precedenza su questo blog). Il volumetto da me reperito stavolta riguarda Giuseppe “Bepi” Moro, talentuoso portiere degli anni ’40-’50 [editoria I – 71].

Cresciuto nel Treviso, Moro giocò con le maglie di Fiorentina, Bari, Sampdoria, Roma e – per l’appunto – Torino (subito dopo Superga). E’ stato anche nove volte nazionale. Peraltro, nella squadra granata nata dopo la tragedia, Moro non brillò particolarmente, anzi. Come racconta il fascicolo in esame “il Torino faticava ad ingranare una marcia qualsiasi: troppa era stata la fretta e l’improvvisazione con cui si era tentato di rifare una squadra degna del grande passato e troppo viva era la nostalgia degli insostituibili campioni scomparsi. Si venne dunque a formare uno stato di disagio. La gente, ad esempio, avrebbe voluto i miracoli da quel portiere che era costato una montagna di milioni. E Moro finì per essere tradito proprio dalla situazione”.

Da ricordare in ogni caso un episodio già narrato nel blog: riguarda la serie di cento partite utili consecutive interne del Torino, record raggiunto proprio con Moro tra i pali il 29 ottobre 1949 in un vittorioso Torino-Milan 3-2.

L’ultima pagina del volume riporta una foto di Moro che blocca un tiro di Nordahl, contribuendo in modo determinante a stabilire ancora un altro record legato al periodo migliore della storia granata.

“BEPI” MOROultima modifica: 2009-09-23T14:55:46+02:00da libellus1
Reposta per primo quest’articolo

Lascia un commento